Baby

Baby

Baby

Bambini e ragazzi / Speciali

La mattina del Sabato l’impianto natatorio C.N.C. è dedicato all’attività 0 – 3 anni. Gli spogliatoi sono attrezzati con fasciatoi e box, il piano vasca con tappeti e cuscinoni per il massaggio, le vasche allestite con giochi e palloncini colorati; ogni spazio è reso il più possibile accogliente.

Due le vasche adibite all’attività:

  • La “piccola” (10 x 6 m., profonda 60 cm.) accoglie i bimbi dai 2 ai 18 mesi.
    La temperatura dell’ acqua è di 33,5°C.
  • La “media” (15 x 7m., profonda 115 cm.) accoglie i bimbi dai 18 ai 36 mesi.
    La temperatura dell’ acqua è di 31,8°C.

Lo spazio acqua, nelle due vasche dedicate, è vissuto in piena libertà, e contiene tutto il materiale idoneo a perseguire gli obiettividel corso; l’intento principale è che il bimbo instauri un rapporto il più possibile positivo e costruttivo, con piscina e acqua. Ogni bimbo in acqua ritrova sensazioni tattili e propriocettive che già conosce dalla vita intrauterina. In assenza di interferenze, il suo amore per l’elemento liquido è innato.

Uno dei genitori è necessariamente in acqua, ed è colui che aiuta il figlio a “mettere in pratica” le proposte che si ritengono per lui più opportune.
Il lavoro in acqua non può essere uguale e standard per tutti, nemmeno nell’ambito delle stesse fasce d’età.
Partendo da questa idea, vi sono alcune “tappe evolutive” di cui cerchiamo di tener conto per diversificare e personalizzare le attività che facciamo con i bambini.

Gli istruttori specializzati in acqua sono 15 ed ognuno segue al massimo 3 coppie Bimbo/genitore ad ogni turno. Il continuo scambio di informazioni col genitore consente di scegliere con cura e misura gli esercizi-giochi da proporre al figlio. Un solo genitore può entrare in acqua; il secondo, se presente, assiste alla lezione dal bordo vasca.

I primi 10’ dell’attività sono dedicati al massaggio fuori dall’acqua. A condurlo c’è Sonia Guidolin, massaggiatrice A.I.M.I.
Per il massaggio è attrezzata un’ampia porzione del piano vasca. Sui cuscini è bene che il genitore stenda un asciugamano ed è opportuno che al bimbo venga tenuto il pannolino che verrà tolto a massaggio ultimato e sostituito con quello apposito per l’acqua, fornito dalla segretaria e compreso nel prezzo.

Serviranno, oltre all’ accappatoio, le ciabattine se il bimbo cammina e al genitore che accompagna il bimbo in acqua, la solita attrezzatura da piscina esclusa la cuffia perché molti bimbi non l’accettano volentieri in quanto hanno difficoltà a riconoscere la figura di riferimento.
Al termine dell’attività è sufficiente sciacquare il bimbo con acqua tiepida; non è indispensabile la doccia con detergente perché il cloro disciolto nell’acqua avrà già ben deterso la pelle delicata del bimbo. E’ opportuno utilizzare un olio nutriente per ripristinare il mantello idrolipidico dell’epidermide.

E’ possibile accedere agli spogliatoi in coppia se entrambi i genitori sono presenti, utilizzando le apposite cabine per togliere il costume.

Una baby-sitter è a disposizione dei genitori che hanno bisogno di aiuto: una volta rivestito, il bimbo può esserle affidato per il tempo necessario a far la doccia in tranquillità. Il servizio è gratuito.

Al termine di ogni corso il genitore riceverà la scheda dove l’istruttore, dopo aver fissato il livello iniziale, gli obiettivi e programmato le attività più adatte al raggiungimento degli stessi, annota i progressi del bimbo.

Con la scheda il genitore riceverà i biglietti di recupero per le lezioni perse (due per ogni lezione) utilizzabili con le modalità di reupero dei “corsi adulti” oppure assieme al vostro bambino (di età inferiore ai 3 anni) la domenica dalle 08:30 alle 12:30, ogni 2° domenica del mese e nel periodo estivo presso le vasche scoperte.

Orari attività

Sabato8.509.209.5010.2010.5011.20

I prossimi corsi in partenza

  • 18 febbraio – 01 aprile 2017
  • 08 aprile – 27 maggio  2017 (non c’è lezione Sabato 15/04)
  • 10 giugno – 22 luglio 2017
  • 09 settembre – 28 ottobre 2017 (non c’è lezione Sabato 21/10)
  • 04 novembre – 16 dicembre 2017

Abbiamo creato una serie di video che illustrano tutti i momenti vissuti dal bambino nel corso della sua esperienza nella nostra piscina:

ACCOGLIENZA IN PISCINA E MASSAGGIO

E’ sabato mattina, al Centro Nuoto Cittadella ci prepariamo al meglio per accogliere i nostri “baby” e i loro genitori.
La segreteria e gli spogliatoi sono pronti, la vasca è organizzata, il piano vasca è attrezzato per il massaggio.
Attraverso alcuni punti ed elementi del massaggio infantile i genitori preparano i loro bimbi all’entrata in acqua, e vivono un momento di ascolto reciproco e interazione che è uno degliaspetti fondamentali del corso, anche nella parte vissuta poi in acqua.

 

TAPPE EVOLUTIVE – IDROMASSAGGIO

Il lavoro in acqua non può essere rigidamente standard e automatico, e tuttavia vi sono alcune tappe evolutive che l’istruttore conosce e considera nel relazionarsi con ogni bambino. Questo gli permette di poter interpretare alcuni segnali che gli vengono dal bambino stesso, così da adeguare nel modo più opportuno le proprie proposte.
Aspetto sempre presente, fin dai primissimi momenti in acqua del bambino, sono l’idromassaggio e le oscillazioni che, agendo sulla sua innata predisposizione all’uso del tatto, gli permettono di sperimentare il beneficio di un idromassaggio e la propria fisicità. Il fluido-acqua diventa un importante tramite, per sensazioni ed emozioni, tra genitore e bambino.

 

ESPERIENZE MOTORIE IN ACQUA E RIFLESSO DI APNEA

Le oscillazioni più o meno intense stimolano il movimento di diversi gruppi muscolari e delle articolazioni, soprattutto vertebrali, e tutti gli stimoli che il bambino riceve, a livello fisico e a livello sensoriale, contribuiscono a costruire il suo futuro bagaglio di schemi motori.
In acqua, le esperienze motorie proposte al bambino saranno via via più complesse ed evolute: la distensione delle gambe spingendo da un punto fermo (ginocchia o mani dell’adulto) per fare un salto,la posizione corretta per l’entrata in acqua (tuffo da seduti), lo schema del cagnolino, esercitato con l’aiuto del tubo ludo…
Inoltre l’apnea viene stimolata e fissata man mano, in modo che il riflesso istintivo venga sostituito, nel corso dell’anno di età, da una capacità acquisita dal bambino.

 

EMPATIA E SPIRITO DI IMITAZIONE

Lo scopo principale del corso baby è quello di far provare al bambino benessere, spontaneità e gioia nello stare in acqua. L’adulto, il genitore o l’istruttore, terrà presente l’empatia che il bambino prova con ciò che osserva, e il suo spirito di imitazione, e proporrà giochi e azioni innanzitutto con il proprio esempio, prestando attenzione alla tecnica di esecuzione da un lato, e dall’altro cercando di vivere le sensazioni che vorrebbe provasse il bambino.

 

RICERCA DELL’AUTONOMIA,
USO DELLA VOCE

La ricerca dell’autonomia e dell’indipendenza in acqua avverrà per gradi, ma sarà continua, e il potersi muovere e spostare da solo contribuirà al divertimento del bambino. Diversi supporti come il tubo ludo, le alette, o un’aletta sola, oppure l’apnea con l’aiuto dell’adulto aiuteranno il bambino nella ricerca di nuovi punti di appoggio e nello sperimentare sempre più la spinta che le sue mani e i suoi piedi riescono a dare.
Durante tutto il periodo d’età del corso baby particolare attenzione avrà l’uso della voce dell’adulto: la voce, le canzoncine, le cantilene, ci rendono riconoscibili al bambino e lo aiutano ad accoglierci nella sfera di persone di cui si fida.

 

FASE REGRESSIVA E “GIORNATA NO”

Può succedere, soprattutto con l’aumentare dell’autonomia e dell’indipendenza, che il bambino si trovi a vivere una fase chiamata “regressiva” durante la quale non ritrova più alcune sensazioni positive che prima venivano spontaneamente.
Oppure può accadere che viva una “giornata no”, atipica rispetto al suo vissuto abituale in acqua…
Diventano allora davvero fondamentali il ruolo del genitore e la comunicazione tra genitore e istruttore, per ricostruire attorno al bambino un ambiente in cui ritrovare la fiducia nel caso di una “fase”, o semplicemente la disposizione e la voglia di divertirsi e di giocare in acqua quel giorno.

Età:
3-36 mesi

Durata:
7 lezioni da 40 minuti

Prezzo:
€ 80,00

ATTIVITÀ SIMILI A QUESTA